Dal 15 novembre 2021 certificati anagrafici gratuiti online

Pubblicato il 12 novembre 2021 • Anagrafe

A partire dal 15 novembre 2021, attraverso il portale dell'ANPR (www.anpr.interno.it) sarà possibile scaricare i certificati anagrafici online in maniera autonoma e gratuita, sia per proprio conto che per un componente della propria famiglia anagrafica, senza bisogno di recarsi personalmente in Comune.

Si potranno scaricare 14 tipologie di certificati: anagrafico di nascita, certificato di matrimonio, cittadinanza, esistenza in vita, residenza, residenza Aire, stato civile, stato di famiglia, residenza in convivenza, stato di famiglia Aire, stato di famiglia con rapporti di parentela, stato libero, anagrafico di unione civile e contratto di convivenza

Non si dovrà pagare l'imposta di bollo, saranno completamente gratuiti e disponibili in modalità multilingua, e potranno essere scaricati on line, anche in forma contestuale (ad esempio, cittadinanza, esistenza in vita e residenza potranno essere richiesti in un unico certificato). Unicamente per i certificati digitali non è previsto il pagamento del bollo, mentre qualora il cittadino si recasse allo sportello comunale per il rilascio dei medesimi certificati sarà tenuto al pagamento dell’imposta di bollo e/o dei diritti di segreteria, a meno che non siano previsti esenzioni per legge.

Per scaricare i certificati occorre accedere al portale www.anpr.interno.it con la propria identità digitale (Spid, Cie- carta d’identità elettronica, Cns- Carta Nazionale dei Servizi emessa dall’Agenzia delle Entrate). Se la richiesta è per un familiare comparirà l’elenco dei componenti della famiglia per cui è possibile richiedere un certificato. È anche consentita la visione dell’anteprima del documento per verificare la correttezza dei dati. Il certificato si può scaricare in formato pdf o riceverlo via mail. Inoltre, sarà possibile verificare la correttezza dei dati registrati in ANPR ed eventualmente richiederne la rettifica.

I certificati vengono generati ed emessi direttamente da Anpr con relativo contrassegno elettronico (QrCode in alto a destra sul certificato); il certificato è conservato sui server Anpr e ha, per effetto delle varie normative, lo stesso valore dell’originale.