Regione Piemonte

SUAP - Sportello Unico per le Attività Produttive

Ultima modifica 22 febbraio 2019

Impresa in un giorno (collegamento a link esterno)

COSA 'E IL SUAP - COSA FA E QUALI SONO I VANTAGGI


Lo sportello unico per le attività produttive è un servizio istituito dai Comuni per la semplificazione del rapporto Impresa / Pubblica Amministrazione. Lo sportello unico è l'UNICO INTERLOCUTORE dell'impresa per tutto il complesso di atti amministrativi che riguardano la vita di un impianto produttivo; allo sportello spetta il compito di unificare i procedimenti relativi ad autorizzazioni o atti di consenso necessari all'intervento su un'attività produttiva, di cui sono competenti diversi enti della Pubblica Amministrazione, evitando il carico burocratico precedentemente sostenuto dall'imprenditore. Lo Sportello Unico semplifica il dialogo tra Pubblica Amministrazione e Imprese: gestisce l'intero procedimento coordinando le Pubbliche Amministrazioni interessate.
Lo sportello svolge attività d'informazione, coordinamento e rilascio dell'autorizzazione unica per iniziare, modificare, cessare le attività produttive: artigianali, industriali, commerciali, agricole, turistiche ed alberghiere,dei servizi (banche e intermediari finanziari, i servizi di telecomunicazioni, ecc.)

Cosa fa


Lo Sportello Unico segue l'imprenditore dall'ideazione dell'attività alla realizzazione: offre informazioni sugli adempimenti attinenti all'intervento proposto, individua le eventuali criticità e offre la consulenza necessaria per risolverle, effettua le verifiche preliminari, fornisce la modulistica necessaria alla presentazione della domanda. Accoglie la domanda. Permette la verifica dello stato di avanzamento della propria pratica. Rilascia l'autorizzazione conclusiva. Offre, inoltre, informazioni utili allo sviluppo delle attività imprenditoriali: opportunità, agevolazioni, marketing territoriale.

i vantaggi sono:
• Semplificazione amministrativa
• Unicità dell 'interlocutore
• Riduzione e certezza dei tempi
• Maggiore trasparenza
• Migliore accesso alle informazione
• Garanzia della legittimità dell'intervento realizzato

 


SEDE E RIFERIMENTI

P.zza Tenente Nicola n. 4 – 10045 PIOSSASCO

Responsabile  procedimento SUAP:
Ing. Roberta BALLARI
e-mail : ballari@comune.piossasco.to.it 

 

PRINCIPALI FUNZIONI

Sviluppo economico locale e servizi alle imprese 

Gestione dello sportello alle imprese in convenzione con la Camera di Commercio di Torino

Gestione amministrativa, di vigilanza e controllo delle attivita' produttive

Eroga servizi diretti ai cittadini e alle imprese industriali, agricole e artigianali e agli esercizi commerciali, realizzando la semplificazione amministrativa attraverso sportelli unici integrati e altri strumenti di semplificazione.

 

MODALITÀ DI INOLTRO DELLE PRATICHE

Il portale (www.impresainungiorno.gov.it), cui è possibile accedere attraverso il link “SUAP”, presente sul sito del Comune di Piossasco, è lo strumento attraverso il quale la C.C.I.A. di Torino esercita le attività di sportello unico su delega del Comune di Piossasco e rappresenta l’UNICA modalità di accesso telematico delle imprese ai procedimenti autorizzativi per l’avvio/modifica/cessazione delle proprie attività.

NB: IL PORTALE www.impresainungiorno.gov.it è l'unico abilitato a ricevere le istanze. Pertanto verranno respinte le comunicazioni di sportello univo indirizzate direttamente alla casella di posta elettronica certificata del comune E’ L’UNICO ABILITATO A RICEVERE LE ISTANZE. PERTANTO VERRANNO RESPINTE LE COMUNICAZIONI DI SPORTELLO UNICO INDIRIZZATE DIRETTAMENTE ALLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DEL COMUNE DI PIOSSASCO

 

AUA Autorizzazione Unica Ambientale

Dall’entrata in vigore del DPR n. 59/2013 rientra nei compiti del SUAP il rilascio dell’Autorizzazione Unica Ambientale. L’istanza deve essere inoltrata allo sportello SUAP in forma digitale tramite Portale impresainungiorno.gov.it.

L'Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) è un provvedimento autorizzativo ambientale, istituito dal Dpr 13 marzo 2013 n. 59 (G.U. n. 124 del 29/5/2013) adottato dalla Provincia (Autorità Competente) e rilasciato dallo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) che sostituisce in un unico titolo diverse autorizzazioni ambientali previste dalla normativa di settore.

In particolare l'AUA sostituisce i seguenti titoli abilitativi ambientali:

l'autorizzazione agli scarichi di acque reflue;

la comunicazione preventiva per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari;

l'autorizzazione alle emissioni in atmosfera in procedura ordinaria (art. 269 D.Lgs. 152/2006 ed s.m.i.);

l'autorizzazione di carattere generale alle emissioni in atmosfera (art. 272 D.Lgs. 152/2006 ed s.m.i.);

la documentazione previsionale di impatto acustico;

l'autorizzazione all'uso di fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura;

la comunicazioni in materia di rifiuti ammesse alle procedure semplificate.

L'AUA deve obbligatoriamente essere richiesta dalle piccole e medie imprese (come definite dal D.M. Attività Produttive del 18 aprile 2005 all'art. 2) e dagli stabilimenti non soggetti alla disciplina dell'AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) che siano assoggettati al rilascio, formazione, rinnovo o aggiornamento di almeno uno dei titoli abilitativi di cui ai precedenti punti a) o c).

L'istanza di AUA deve essere presentata per via telematica al SUAP territorialmente competente che è tenuto ad inoltrarla tempestivamente, sempre per via telematica, alla Provincia e ai Soggetti competenti. Nei successivi 30 giorni la Provincia, di concerto col SUAP, effettua una verifica di conformità sull'istanza al fine di valutare che sia completa di tutti gli elementi documentali e informativi richiesti dalla modulistica, e, se necessario, ne richiede il perfezionamento; una volta che l'istanza è giudicata completa, la Provincia provvede a trasmettere, per tramite del SUAP, all'Impresa e ai Soggetti competenti, la comunicazione di avvio dell'endo-procedimento finalizzato all'adozione dell'AUA.

Con la circolare del Presidente della Giunta regionale 28 gennaio 2014, n. 1/AMB la RegionePiemonte, riepilogando le indicazioni interpretative del Ministero dell’ambiente (circolare 7 novembre 2013, n. 0049801) dettaglia la procedura per chiedere l’AUA. La Regione ricorda come l’autorizzazione sia obbligatoria anche nel caso di rinnovi di sola comunicazione riferiti ad attività di impresa soggette anche ad altri titoli autorizzativi.